fipe

Ristorazione e web, l'incontro tra millenial e lavoro alla base del progetto di alternanza promosso da Fipe

Parte ufficialmente a Firenze il progetto promosso dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi in collaborazione con TripAdvisor, TheFork e Foodora per consentire ai ragazzi di mettere in pratica, tramite un percorso di alternanza scuola-lavoro, il proprio expertise sulle nuove tecnologie che stanno profondamente cambiando il mondo della ristorazione.

Parte ufficialmente a Firenze il progetto promosso dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi in collaborazione con TripAdvisor, TheFork e Foodora per consentire ai ragazzi di mettere in pratica, tramite un percorso di alternanza scuola-lavoro, il proprio expertise sulle nuove tecnologie che stanno profondamente cambiando il mondo della ristorazione.

Mangiabio Menù: iniziativa per i ristoratori.

Dal 23 al 25 marzo prossimi la Fortezza da Basso ospiterà Firenze Bio, mostra mercato a ingresso gratuito dedicata ai prodotti biologici e ai temi legati al benessere, dall'alimentazione alla cura del corpo.

 

Pubblici esercizi, arriva il nuovo CCNL

Tra le novità l’aumento in busta paga di €100 a regime, il rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa, la durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività. Per informazioni sull’applicazione, le imprese del settore “fuori casa” possono contattare l’Ufficio Paghe della Confcommercio di Firenze al numero di telefono 055 2036974.

Tra le novità l’aumento in busta paga di €100 a regime, il rafforzamento dell’assistenza sanitaria integrativa, la durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività. Per informazioni sull’applicazione, le imprese del settore “fuori casa” possono contattare l’Ufficio Paghe della Confcommercio di Firenze al numero di telefono 055 2036974.

Natale 2017, 350mila toscani al ristorante

Arrivano i dati dell’indagine condotta dalla Fipe-Confcommercio in collaborazione con Format Research sulla ristorazione durante le festività.

Il 9,4% della popolazione (era il 9,2% nel 2016) consumerà il pranzo del 25 dicembre in un locale. Il menù tutto compreso, con piatti della tradizione e bevande incluse, quello più gettonato. Spesa media di 50 euro a persona, fra le 15 e le 20 invece per il pranzo in casa. Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “oltre sei locali su dieci resteranno aperti”. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “più persone al ristorante, è un segnale importante: le famiglie hanno voglia di trattarsi bene e di uscire dall’austerità della crisi. Ma ancora manca quello slancio deciso che incida in maniera significativa sui consumi interni”. 

 

Arrivano i dati dell’indagine condotta dalla Fipe-Confcommercio in collaborazione con Format Research sulla ristorazione durante le festività.

Il 9,4% della popolazione (era il 9,2% nel 2016) consumerà il pranzo del 25 dicembre in un locale. Il menù tutto compreso, con piatti della tradizione e bevande incluse, quello più gettonato. Spesa media di 50 euro a persona, fra le 15 e le 20 invece per il pranzo in casa. Il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “oltre sei locali su dieci resteranno aperti”. Il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni: “più persone al ristorante, è un segnale importante: le famiglie hanno voglia di trattarsi bene e di uscire dall’austerità della crisi. Ma ancora manca quello slancio deciso che incida in maniera significativa sui consumi interni”. 

 

Ristorazione e tecnologia, a scuola dai millenial. Fipe presenta il nuovo progetto di alternanza scuola/lavoro in collaborazione con Tripadvisor e TheFork

Con "Ristorazione 4.0 - la buona scuola è servita" nasce un nuovo concept di alternanza scuola/lavoro, in cui i più giovani potranno mettere al servizio delle imprese di pubblico esercizio le loro attitudini digital aiutandole nei processi di innovazione e, al contempo, approfondire la conoscenza di un settore dinamico nel quale le prospettive di occupazione non mancano.

Con "Ristorazione 4.0 - la buona scuola è servita" nasce un nuovo concept di alternanza scuola/lavoro, in cui i più giovani potranno mettere al servizio delle imprese di pubblico esercizio le loro attitudini digital aiutandole nei processi di innovazione e, al contempo, approfondire la conoscenza di un settore dinamico nel quale le prospettive di occupazione non mancano.

Vuoto a rendere in bar e ristoranti: presto la sperimentazione.

Entro il 9 dicembre prossimo i produttori di bevande che intendono aderire all’iniziativa devono darne comunicazione al Ministero dell’Ambiente . La sperimentazione vera e propria nei locali, su base volontaria, prenderà invece avvio il 9 febbraio 2018 e avrà la durata di 12 mesi.

Entro il 9 dicembre prossimo i produttori di bevande che intendono aderire all’iniziativa devono darne comunicazione al Ministero dell’Ambiente . La sperimentazione vera e propria nei locali, su base volontaria, prenderà invece avvio il 9 febbraio 2018 e avrà la durata di 12 mesi.

Contrasto alla ludopatia: apparecchi di gioco verso una diminuzione

Nell’ottica del contrasto alla ludopatia, il Ministero delle Finanze ha deciso per decreto di diminuire il numero degli apparecchi di gioco leciti che consentono vincite in denaro. Non ha però specificato i criteri della riduzione, che pare quindi rimessa alla discrezionalità dei concessionari.
La Fipe a disposizione degli operatori per chiarimenti 

Nell’ottica del contrasto alla ludopatia, il Ministero delle Finanze ha deciso per decreto di diminuire il numero degli apparecchi di gioco leciti che consentono vincite in denaro. Non ha però specificato i criteri della riduzione, che pare quindi rimessa alla discrezionalità dei concessionari.
La Fipe a disposizione degli operatori per chiarimenti 

Buoni pasto, ecco le novità.

Non solo bar, ristoranti, pizzerie e simili. Dal 9 settembre anche mense aziendali, artigiani, agricoltori, agriturismi, ittiturismi e locali adiacenti a industrie di produzione alimentare potranno accettare i “ticket”, che saranno cumulabili fino ad un massimo di 8 per la stessa spesa. In più, ascoltando le richieste della Fipe, il Mise ha stabilito una volta per tutte i contenuti degli accordi tra le società di emissione di buoni pasto e i titolari degli esercizi convenzionabili

Non solo bar, ristoranti, pizzerie e simili. Dal 9 settembre anche mense aziendali, artigiani, agricoltori, agriturismi, ittiturismi e locali adiacenti a industrie di produzione alimentare potranno accettare i “ticket”, che saranno cumulabili fino ad un massimo di 8 per la stessa spesa. In più, ascoltando le richieste della Fipe, il Mise ha stabilito una volta per tutte i contenuti degli accordi tra le società di emissione di buoni pasto e i titolari degli esercizi convenzionabili

Sicurezza alimentare: attenzione alla sindrome sgombroide

Sindrome sgombroide (intossicazione da istamina). 
In aumento le segnalazioni, la Asl predispone un opuscolo per gli operatori del settore

Sindrome sgombroide (intossicazione da istamina). 
In aumento le segnalazioni, la Asl predispone un opuscolo per gli operatori del settore

Pagine