Sindacati

Pubblico impiego: più tempo per il versamento dei contributi

L’Inps interviene con una circolare e precisa le prossime scadenze per i periodi contributivi fino al 2014 e 2015. Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

L’Inps interviene con una circolare e precisa le prossime scadenze per i periodi contributivi fino al 2014 e 2015. Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Assegno di natalità 2020

Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Se avete altri interrogativi su fisco&previdenza da sottoporre agli esperti di 50&Più, potete scrivere all'indirizzo enasco.fi@enasco.it o chiamare il numero di telefono 055 664795.

Igiene degli alimenti in tempo di Coronavirus. Le disposizioni della Asl per i negozi alimentari.

Maneggio di denaro con i medesimi guanti con i quali gestiscono gli alimenti nei negozi di alimentari. La Asl diffonde una nota per chiedere maggiore attenzione alle attività del dettaglio alimentare.

Maneggio di denaro con i medesimi guanti con i quali gestiscono gli alimenti nei negozi di alimentari. La Asl diffonde una nota per chiedere maggiore attenzione alle attività del dettaglio alimentare.

Mercato di Sant'Ambrogio: banchi alimentari aperti dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle 14

Tre le modalità per fare la spesa: direttamente ai banchi, con prenotazione della merce e solo ritiro al Mercato oppure ancora con consegna al domicilio del cliente.

 

Tre le modalità per fare la spesa: direttamente ai banchi, con prenotazione della merce e solo ritiro al Mercato oppure ancora con consegna al domicilio del cliente.

 

Finanziamenti, Centro Fidi approva d'ufficio le richieste di sospensione fino a 12 mesi

L’organo creditizio della Confcommercio accetterà le eventuali richieste in merito avanzate dagli imprenditori senza necessità di alcuna istruttoria, senza tempi di attesa e senza oneri. L’obiettivo: sostenere il più possibile le piccole e medie  aziende del territorio alle prese con la grave crisi causata dall’emergenza sanitaria CoVID19.

L’organo creditizio della Confcommercio accetterà le eventuali richieste in merito avanzate dagli imprenditori senza necessità di alcuna istruttoria, senza tempi di attesa e senza oneri. L’obiettivo: sostenere il più possibile le piccole e medie  aziende del territorio alle prese con la grave crisi causata dall’emergenza sanitaria CoVID19.

“DECRETO CURA ITALIA”, ECCO IL VADEMECUM DI CONFCOMMERCIO

L’associazione di categoria ha realizzato una guida utile per interpretare meglio il testo del “Decreto-Legge Covid Ter”, pubblicato in Gazzetta il 18 marzo scorso, e aiutare le imprese a capire quali sono gli strumenti ai quali possono ricorrere per superare questo difficile momento causato dall’emergenza sanitaria. Per ogni informazione e chiarimento  gli esperti della Confcommercio fiorentina sono a disposizione al numero di telefono 055 2036921. Si possono inviare i propri quesiti anche all’indirizzo di posta elettronica info@confcommercio.firenze.it

 

 

L’associazione di categoria ha realizzato una guida utile per interpretare meglio il testo del “Decreto-Legge Covid Ter”, pubblicato in Gazzetta il 18 marzo scorso, e aiutare le imprese a capire quali sono gli strumenti ai quali possono ricorrere per superare questo difficile momento causato dall’emergenza sanitaria. Per ogni informazione e chiarimento  gli esperti della Confcommercio fiorentina sono a disposizione al numero di telefono 055 2036921. Si possono inviare i propri quesiti anche all’indirizzo di posta elettronica info@confcommercio.firenze.it

 

 

Decreto Cura Italia, "un punto di partenza, ma non basta"

Il commento a caldo di Confcommercio Toscana sulle misure di aiuto alle imprese: “se così non fosse, si tratterebbe di un vero e proprio schiaffo alle imprese e alle partite iva, che da questo decreto aspettavano un segnale forte e tangibile per le proprie prospettive. Serve molto di più, soprattutto per i settori più colpiti dall’emergenza e per i soggetti con ricavi non superiori ai due milioni di euro". IL direttore Franco Marinoni: "risibile l’una tantum in favore dei lavoratori autonomi professionisti, quantificata in 600 euro per il mese di marzo, meno che il reddito di cittadinanza per i disoccupati".

Il commento a caldo di Confcommercio Toscana sulle misure di aiuto alle imprese: “se così non fosse, si tratterebbe di un vero e proprio schiaffo alle imprese e alle partite iva, che da questo decreto aspettavano un segnale forte e tangibile per le proprie prospettive. Serve molto di più, soprattutto per i settori più colpiti dall’emergenza e per i soggetti con ricavi non superiori ai due milioni di euro". IL direttore Franco Marinoni: "risibile l’una tantum in favore dei lavoratori autonomi professionisti, quantificata in 600 euro per il mese di marzo, meno che il reddito di cittadinanza per i disoccupati".

Covid-19, dal Governo le misure per sostenere imprese e famiglie

È stato approvato oggi (16 marzo 2020) l’atteso “Decreto-Legge Covid Ter” che dispone diverse misure di sostegno per le famiglie italiane e le imprese, messe a dura prova in questi giorni a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Si riassumono qui le principali misure che più da vicino riguardano le imprese e i professionisti del terziario, rimandando per ogni chiarimento al contatto diretto con gli uffici della Confcommercio di Firenze, al numero 055 2036921. 

È stato approvato oggi (16 marzo 2020) l’atteso “Decreto-Legge Covid Ter” che dispone diverse misure di sostegno per le famiglie italiane e le imprese, messe a dura prova in questi giorni a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Si riassumono qui le principali misure che più da vicino riguardano le imprese e i professionisti del terziario, rimandando per ogni chiarimento al contatto diretto con gli uffici della Confcommercio di Firenze, al numero 055 2036921. 

Coronavirus, il vademecum per le attività commerciali.

Il Comune di Firenze pubblica una guida condivisa con la Polizia Municipale per avere una linea univoca per tutta la città in merito al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che dispone le chiusure delle attività per contrastare l’emergenza Coronavirus.

Il Comune di Firenze pubblica una guida condivisa con la Polizia Municipale per avere una linea univoca per tutta la città in merito al decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che dispone le chiusure delle attività per contrastare l’emergenza Coronavirus.

Strutture ricettive, chiarimenti per chi sospende l’attività

Arrivano dalla Regione Toscana, dopo la nostra richiesta. La comunicazione al Suap è consigliata in caso di chiusura inferiore ai 15 giorni, obbligatoria  se si superano i 15 giorni. Il periodo massimo di chiusura consentito per non perdere la licenza è di tre mesi, salvo il caso di forza maggiore.

 

Arrivano dalla Regione Toscana, dopo la nostra richiesta. La comunicazione al Suap è consigliata in caso di chiusura inferiore ai 15 giorni, obbligatoria  se si superano i 15 giorni. Il periodo massimo di chiusura consentito per non perdere la licenza è di tre mesi, salvo il caso di forza maggiore.

 

Pagine