Tags: 

Lavoratori rimpatriati: informazioni e requisiti sull’indennità di disoccupazione

Un reddito assicurato per chi torna in Italia. L’indennità di disoccupazione è una prestazione rivolta ai lavoratori italiani rimasti senza lavoro all’estero. Vediamo quali sono i requisiti per ottenerla. Enasco 50 & Più Firenze (dott. Angelo Rizzo) tel 055 2036921 - enasco.fi@enasco.it

 

L’indennità di disoccupazione è rivolta ai cittadini italiani che hanno lavorato all'estero in stati comunitari ed extracomunitari, convenzionati o non convenzionati, rimasti disoccupati per licenziamento o per mancato rinnovo del contratto di lavoro stagionale. Per ottenere la prestazione è necessario essere rimpatriati successivamente al 1° novembre 1974.

L’indennità ha una durata massima di 180 giorni e l’importo è calcolato sulla base delle retribuzioni convenzionali stabilite con decreti ministeriali annuali.

 

REQUISITI

Per accedere alla prestazione il lavoratore italiano rimasto disoccupato deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • essere rimpatriato entro 180 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro;
  • aver reso la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro entro 30 giorni dalla data del rimpatrio.

 

Il lavoratore può richiedere, insieme alla prestazione, anche il pagamento degli assegni familiari, a patto che sia in possesso dei requisiti richiesti.

 

Nel caso di prima domanda, la durata del rapporto di lavoro all’estero è ininfluente ai fini del diritto. Mentre, per le domande successive alla prima, l’interessato deve aver svolto un periodo di lavoro subordinato per almeno 12 mesi, di cui almeno 7 devono essere stati effettuati all’estero.

 

La prestazione per i lavoratori rimpatriati decorre:

- dal giorno del rimpatrio, nel caso in cui la persona disoccupata abbia reso la dichiarazione di disponibilità al lavoro entro i 7 giorni successivi alla data del rimpatrio stesso;

- dal giorno della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, se la stessa viene resa a decorrere dall’8° ed entro il 30° giorno successivi alla data del rimpatrio.

La durata massima di erogazione, come già detto sopra, è di 180 giorni.

 

Il Patronato 50&PiùEnasco è a disposizione per la presentazione della domanda all’Inps e per la richiesta degli assegni familiari.

 

QUANTO SPETTA

L'importo della prestazione è calcolato in base alle retribuzioni convenzionali dell'anno di riferimento della prestazione che vengono determinate con decreti ministeriali annuali.

L'indennità viene pagata direttamente dall'INPS con accredito su conto corrente bancario o postale, su libretto postale oppure tramite bonifico domiciliato. 

 

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

  • Le persone disoccupate, rimpatriate da uno Stato estero che applica la normativa comunitaria (Paesi dell'UE, Stati SEE -Islanda, Liechtenstein e Norvegia- e Svizzera), dovranno allegare il documento portatile U1, qualora ne siano in possesso, attestante i periodi di assicurazione, la data e il motivo della cessazione e la qualifica del lavoratore e tutta la documentazione utile a comprovare l'attività lavorativa all'estero (contratto di lavoro, buste paga, etc.). Nel caso in cui il richiedente la prestazione non sia in possesso del documento portatile U1, le informazioni necessarie saranno richieste direttamente dalla Struttura INPS territorialmente competente all'Istituzione estera in causa.
  • Le persone disoccupate, rimpatriate da uno Stato estero non convenzionato, dovranno allegare alla domanda apposita dichiarazione, attestante il licenziamento o il mancato rinnovo del contratto, rilasciata dal datore di lavoro all'estero o dalla competente autorità consolare.

Per informazioni e per inoltrare la domanda di indennità di disoccupazione il Patronato 50&PiùEnasco è a disposizione per la consulenza e l’assistenza necessarie: Enasco 50 & Più Firenze (dott. Angelo Rizzo) tel 055 2036921 - enasco.fi@enasco.it