Eventi & Progetti

Da Firenze a Bologna lungo l'antica "via degli Dei": al via la valorizzazione del tratto toscano.

Si può arrivare da piazza della Signoria a piazza Maggiore percorrendo la Via degli Dei, l’antica strada etrusco-romana che dal VI secolo avanti Cristo unisce Firenze a Bologna ed è diventata oggi una delle principali attrattive turistiche dell’Appennino tosco-emiliano. Un vero must per chi ama la natura e lo slow tourism. 

 

A rilanciare il tratto toscano del percorso è ora la Confcommercio fiorentina, che insieme alla Fondazione Romualdo Del Bianco e a Life Beyond Tourism srl, da sempre impegnate nella valorizzazione di un turismo sostenibile, promuove con il sostegno della Camera di Commercio una serie di iniziative che interesseranno in particolare il Mugello. 

 

Obiettivo dell’operazione è valorizzare l’area mugellana e potenziare i flussi turistici in arrivo attirando l’interesse dei turisti appassionati di trekking e vita all’aria aperta. Il sentiero è infatti percorribile per intero a piedi, a cavallo o in bicicletta, in un tempo variabile dai due ai sei giorni a seconda del mezzo scelto. Sullo sfondo, c’è l’opportunità di sviluppare un gemellaggio fra la città del Giglio e la città delle Due Torri, con il placet delle due Amministrazioni Comunali, delle Regioni e la collaborazione delle Confcommercio provinciali, in nome dello sviluppo dell’economia, del turismo e della cultura dell’accoglienza. E presto, a metà dicembre, è già in programma una conferenza stampa congiunta a cui parteciperanno le “teste” istituzionali ed economiche del progetto: gli assessori al turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo e della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini, Paolo Del Bianco; gli assessori al turismo del Comune di Firenze Paola Concia e di Bologna Matteo Lepore, con i presidenti delle Confcommercio territoriali di Firenze Jacopo De Ria e Bologna Enrico Postacchini e i rispettivi direttori Franco Marinoni e Giancarlo Tonelli, il presidente della Fondazione Romualdo Del Bianco e il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini.

 

Tra le azioni previste dal progetto della Confcommercio ci sono un piano promozionale di media relations e un educational tour destinato ad alcuni giornalisti selezionati della stampa specializzata italiana ed estera. Dal 23 al 25 novembre saranno accompagnati lungo il tratto toscano della Via degli Dei per conoscere meglio caratteristiche e risorse del territorio, dalle sue bellezze storico- naturalistiche a prodotti tipici e attività ricettive e ristorative, che potranno poi promuovere al grande pubblico attraverso i loro articoli. 

 

Sarà inoltre realizzata una mappa stilizzata del percorso toscano, con i principali punti di interesse e i servizi offerti agli escursionisti. Nel retro comparirà anche l’elenco delle imprese aderenti al progetto e il vademecum del buon camminatore, ideato con "AITR", l’Associazione Italiana Turismo Responsabile.

 

C’è poi un contest fotografico a cui tutti possono partecipare con soggetti legati al tema della natura e dell’accoglienza. Basterà caricare la propria foto entro il 31 dicembre 2017 sul sito http://viadeglidei.lifebeyondtourism.org e poi condividerla sui social. Le tre foto più votate vinceranno rispettivamente un pernottamento per due persone, una cena per due, naturalmente in strutture ubicate lungo la Via degli Dei, oppure un pregiato coltello realizzato in un laboratorio artigianale di Scarperia, disponibile anche a mostrarne la lavorazione. 

 

Sono sette le località della provincia di Firenze interessati al progetto: Fiesole, Bivigliano, Firenzuola, Olmo, Scarperia, San Piero a Sieve, Vaglia. Molti i partner territoriali che collaborano alla sua realizzazione a fianco della Confcommercio della provincia di Firenze, della Fondazione Romualdo Del Bianco e di Life Beyond Tourism srl: oltre ad AITR ci sono infatti l’Ente Bilaterale del Turismo Toscano, l’Associazione CAI, i Comuni di Vaglia e di Fiesole, l’Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica, l’Associazione “Nuovi Occhi sul Mugello”, l’associazione culturale E.S.S.E.R.E., la Cooperativa "Walden viaggi a piedi", Trekking Mugello e l’Ufficio turistico Mugello. 

 

“Non c’è solo Firenze, anche il resto del territorio provinciale può offrire tesori inestimabili dal punto di vista naturalistico, storico-artistico, gastronomico. La Via degli Dei ne è un ottimo esempio”, sottolinea il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, “ecco perché, in tempi di overtourism che mette a rischio la vivibilità del capoluogo, è importante promuovere mete turistiche alternative per delocalizzare i flussi, in nome di una crescita economica sostenibile e più equilibrata per tutti. Se riuscissimo ad intercettare e attirare in Mugello anche solo uno 0,5% dei flussi che annualmente si riversano in Firenze, avremmo un aumento assai rilevante delle presenze”. 

 

 

 

 

LA VIA DEGLI DEI

 

Le ragioni del progetto di promozione del tratto toscano 

 

Il turismo a Firenze è in costante crescita negli ultimi anni. Nel 2016 la città metropolitana ha registrato quasi 5milioni di arrivi e oltre 14milioni di presenze. Il progetto di promozione del tratto toscano della Via degli Dei è stato ideato proprio per intercettare una parte di questi flussi e attirarli verso il territorio del Mugello, un territorio magico per cultura, tradizione e patrimonio naturalistico, a beneficio dell’intero sistema economico locale. 

 

La Via degli Dei rappresenta la forza attrattiva della proposta, un itinerario naturalistico e culturale che ha una radice antichissima in quanto sorge nel tracciato dell’antica via, prima etrusca e poi romana, che attraversa paesaggi suggestivi e unisce borghi splendidi del territorio dove si può assaporare la più genuina e verace accoglienza toscana. L’itinerario naturalistico “Via degli Dei” ha tutti i requisiti per funzionare da centro catalizzatore di destinazione andando ad intercettare anche nella eterogenea e multidifferenziata presenza turistica fiorentina quei gruppi di visitatori più sensibili alle tematiche green, al contatto con la natura, all’escursionismo, e ai cammini in generale. 

 

Se attraverso l’itinerario La via degli Dei è possibile interessare, intercettare e attirare nel Mugello anche solo un 0,5% dei flussi che annualmente si riversano in Firenze, avremmo un aumento rilevante delle presenze turistiche nel territorio del Mugello, che nel 2016 erano circa 450.000, con una media di 3,5 giorni di presenza (fonte Unione dei Comuni del Mugello). 

 

Gli obiettivi del progetto 

 

1. Delocalizzare i flussi turistici presenti nella città di Firenze verso il territorio del Mugello sfruttando la capacità attrattiva dell’itinerario La Via degli Dei, un cammino che sempre maggiore successo sta riscuotendo tra gli appassionati e gli addetti ai lavori del turismo verde o ecoturismo (obiettivo generale). 

2. Promuovere l’itinerario naturalistico Via degli Dei quale opportunità di visita del territorio del Mugello nella sua dimensione non solo naturalistica ma anche culturale, storica, artistica e gastronomica come esperienza quindi unica per vivere appieno i valori dell’accoglienza toscana (obiettivo specifico 1). 

3. Allestire strumenti ed attività idonee alla promozione dell'itinerario naturalistico “Vie degli dei” negli opportuni canali commerciali e turistici, sia web sia tradizionali come opportunità di diversificazione della destinazione turistica fiorentina o ad integrazione della destinazione stessa rispetto ai circuiti turistici tradizionali e ipercongestionati del territorio provinciale fiorentino (obiettivo specifico 2). 

4. Creare una rete tra istituzioni e imprese del territorio con particolare riguardo a quelle della ristorazione, dei pubblici esercizi e dell’accoglienza ricettiva, in modo da creare servizi condivisi studiati per rispondere alle esigenze di quanti percorrono tutto o una tappa del la “Via degli Dei” (obiettivo specifico 3).